SMART CITY SMART PEOPLE SMART COMMUNITIES

Smart City, Smart People, Smart Communities seminari rivolti alla cittadinanza che coinvolgeranno esperti provenienti da campi disciplinari differenti.

Nello specifico questo percorso di seminari, in cui saranno coinvolti anche gli studenti del Corso Comunicare le Smart Cities, avrà una prospettiva di sguardo sulle nicchie d’innovazione e cioè su quegli spazi sociali, tecnologici, economici e culturali che producono percorsi d’innovazione alternativi rispetto ai processi consolidati nel regime dominante e che spesso si rivelano insostenibili.

Verranno lette infatti quelle novelties (novità) che, all'interno delle nicchie d’innovazione, permettono di individuare i cambiamenti in corso e con essi nuovi paradigmi e prototipi innovativi relativi ai problemi economici, energetici, ambientali, sociali, culturali, etc.

All'interno di questo percorso formativo la sostenibilità diventa l’obiettivo di un processo di transizione verso un altro modello di strutturazione delle relazioni sociali, dei rapporti tecnologia-società, uomo-territorio, città-campagna (smart land), società-natura.

In questa fase saranno, inoltre, legittimati a partecipare alla discussione anche i rappresentanti del mondo dell’associazionismo cittadino, non solo in nome di un principio democratico ma per il fatto di essere in possesso di una propria competenza, di un bagaglio cognitivo diverso e non sostituibile da quello degli esperti.

Valorizzare la competenza dei cittadini implica l’estensione dei fatti rilevanti, significa accogliere dati nuovi, includendovi aneddoti, percezioni soggettive, relativi ai problemi energetici, ambientali, sociali, culturali, ed economici (smart economy, smart mobility, smart environment, smart people, smart living e smart governance).

L’ampliamento della peer community è necessaria affinché la scienza possa offrire elementi validi per eventuali sviluppi futuri della Smart City.

Ciclo di Seminari

Al via il prossimo 26 Marzo presso l’Urban Lab di piazza Matteotti a Cosenza (ex stazione ferroviaria), il ciclo di Seminari dal titolo Smart City, Smart People, Smart Communities relativi al progetto di formazione GREAT RES NOVAE (Azione Formativa 3.1 “Centro Studi Permanente sulla Green Economy, sulle Smart Cities, sullo Sviluppo Sostenibile).

Obiettivo di questi incontri è quello di dare voce alle associazioni che operano sul territorio cosentino, individuando i cambiamenti in corso e con essi nuovi paradigmi e prototipi innovativi relativi ai sei pilastri della smart city: smart economy, smart mobility, smart environment, smart people, smart living e smart governance.

Ad aprire questo ciclo di seminari è stato scelto l’attualissimo pensiero di Chiara Lubic sul tema dell’Unità con l'incontro dal titolo: Il ruolo della fraternità nella città del futuro. Contributo del pensiero di Chiara Lubic al dialogo culturale, economico e politico. 

L’evento è organizzato in concertazione con il movimento dei focolari di Cosenza, un movimento nato nella Chiesa cattolica che ha come fine la realizzazione dell'unità tra le persone. Per questo motivo il movimento va oltre la religione cristiana e riunisce all'interno di esso persone di ogni fede e cultura. La sua fondatrice Chiara Liubic è considerata una delle personalità spirituali di maggiore rilievo del novecento. Insignita di 15 dottorati h.c. nelle più varie discipline e di diverse onorificenze da enti nazionali e internazionali, nonché di cittadinanze onorarie nelle maggior città italiane e a Buenos Aires, è stata promotrice instancabile di una cultura dell’unità e della fraternità tra i popoli.

L’incontro di Cosenza sarà realizzato in occasione del 7° anniversario della morte di Chiara Lubich e dell'inizio del suo processo di Canonizzazione e Beatificazione, in concomitanza con tanti altri organizzati in Italia e in ambito internazionale. 

Tre le tematiche che saranno affrontate: 

  • il dialogo tra religioni e culture;
  • nuovi modelli organizzativi e di business: economia di comunione, economia civile;
  • fraternità in politica.

L’evento oltre a sostenere forme di cittadinanza attiva e intelligente intende valorizzare la l’Urban Lab come spazio di promozione dei diritti di cittadinanza e del dialogo interculturale, come luogo nuovo di diffusione della cultura e della creatività grazie all'impegno dei cittadini delle associazioni coinvolte in questo nuovo percorso formativo.

Ulteriori informazioni sul progetto RES NOVAE potrà trovarle sul sito dedicato www.resnovae-unical.it (area formazione) e nella brochure scaricabile al seguente linkhttps://dl.dropboxusercontent.com/u/13875846/Brochure.zip.