Il concorso

Smart School è un bando di concorso promosso dal Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale (DIMEG) dell’Università della Calabria, rivolto agli studenti delle classi IV e V delle scuole statali di II grado della provincia di Cosenza finalizzato a sensibilizzare e a coinvolgere alla discussione sulla Smart City le nuove generazioni che dovranno progettare, pianificare e vivere le città del futuro.

Il concorso nasce nell’ambito del progetto di formazione PON04a2_E/F15, “GREAT - Global Research Education and Advanced Training for Smart Cities” Azione Formativa 3.1 “Centro Studi Permanente sulla Green Economy, sulle Smart Cities, sullo Sviluppo Sostenibile”, parte integrante del progetto di ricerca PON04a2_E, SINERGREEN - RES NOVAE.

 

Che cos’è una smart city

Il concetto di Smart City, città intelligente, è divenuto il principio guida delle politiche pubbliche europee e ambito strategico per gli investimenti del governo italiano sulla ricerca.

Rendere la città “smart”, ovvero intelligente, significa dare vita ad una serie di interventi interconnessi tra loro, che puntano a renderla più sostenibile dal punto di vista energetico-ambientale, a livello della qualità dei servizi erogati ai cittadini, per il livello di partecipazione sociale indotta, per i nuovi servizi offerti e le iniziative economiche innescate. Nella maggior parte questi interventi sono progettati attraverso un avanzato utilizzo delle tecnologie ICT e della connettività.

In realtà non esiste un modello unico e definito di Smart City a cui fare riferimento. Dall’incontro fra strutture tecnologiche, spaziali, strategie sociali ed economiche, emergono continuamente modelli di sviluppo nuovi, ciascuno dei quali si materializza in azioni diverse. Per rendere la città Smart è necessario dunque trovare in un dato luogo quel giusto equilibrio tra lo spazio fisico e lo spazio culturale, tra la componente tecnologica, economica, infrastrutturale e la componente sociale, favorendo inoltre la partecipazione attiva dei cittadini, integrando i saperi locali con quello degli esperti.

 

Come partecipare

Il concorso è rivolto agli studenti delle classi IV e V delle scuole statali di II grado della Provincia di Cosenza.

E’ possibile partecipare in forma singola o collettiva (singolarmente, per singola classe o in rete di classi appartenenti allo stesso Istituto) inviando un elaborato, frutto della creatività e dell’inventiva degli studenti.

Il concorso è “aperto”, i partecipanti sono liberi di esprimere liberamente la loro idea di Smart City.

Solo a titolo esemplificativo si indicano le seguenti voci per spunti di riflessione:

  • mobilità, trasporto pubblico privato a minor impatto ambientale;
  • fruizione di spazi, arredo urbano e verde pubblico;
  • strutture e idee per il tempo libero intelligente;
  • soluzioni innovative per la promozione dei percorsi turistici e culturali;
  • tecnologie al servizio dei cittadini;
  • fonti di energia rinnovabili e monitoraggio ambientale;
  • prototipi innovativi, idee progettuali.

Modalità di iscrizione

Gli studenti che intendono partecipare al concorso devono iscriversi alla piattaforma del progetto GREAT, a cui si accede attraverso il sito www.resnovae-unical.it  cliccando su “e-learning”. L’Entry Form deve essere compilato in via telematica, al termine dell’iscrizione verrà rilasciata una password. Tale password consentirà di accedere all’area dedicata al concorso e di caricare il lavori. Il bando è disponibile sul sito dell’Università www.unical.it e del progetto Res Novae www.resnovae-unical.it  .

Termini per la presentazione e modalità di trasmissione degli elaborati

Gli elaborati devono essere caricati nella apposita sezione della piattaforma e-learning dedicata al concorso al link http://www.res-novae-unical.it/fad/ . Gli elaborati prodotti dagli studenti dovranno essere caricati entro il 18 Maggio 2015.

Valutazione e premiazione

Tra tutti i lavori pervenuti, la Commissione sceglierà a suo insindacabile giudizio la migliore opera per ciascuna sezione del concorso. Nella valutazione dei lavori saranno tenuti in particolare considerazione la creatività, l’originalità, l’efficacia comunicativa, l’impiego di tecnologie digitali. Gli esiti della valutazione saranno pubblicati sul sito del progetto www.resnovae-unical.it e sul sito dell’Università della Calabria www.unical.it.

I primi tre classificati di ciascuna sezione del concorso riceveranno una targa e un premio di riconoscimento consistente in una dotazione di natura tecnologica (es. tablet, macchine fotografiche digitali, videocamere ecc…). La Commissione giudicatrice può inoltre attribuire, ulteriori premi e menzioni speciali ad altri concorrenti ritenuti meritevoli. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

A tutte le scuole partecipanti verrà comunicata tempestivamente la data della premiazione che si terrà nell’ambito di una manifestazione nel mese di maggio 2015 dove saranno presentati al pubblico gli elaborati.

Comunicare le smart cities

Le città intelligenti non solo devono adottare delle specifiche innovazioni tecnologiche, che si adattano al tessuto urbano e sociale del territorio, ma devono prevedere strumenti finalizzati al loro utilizzo. Per questo risulta indispensabile formare degli esperti di comunicazioni per smart cities, in grado di interpretare le tecnologie nell’ottica di una strategia più ampia di valorizzazione e di promozione delle risorse sociali e territoriali.

Il Corso pilota Comunicare la Smart City è un corso poliedrico che consentirà a studenti di diverso background culturale di conoscere paradigmi, idee, progetti, strumenti e buone pratiche sulle tematiche relative alle Smart Cities.

Nello specifico il corso pilota “COMUNICARE LE SMART CITIES è finalizzato ad approfondire i temi:

Smart City, Smart People, Smart Communities, con l’obiettivo di offrire agli studenti la possibilità di operare una riflessione sui paradigmi culturali che ispirano il tema delle Smart City, svelando in che modo la tecnologia operi all’interno delle complesse dinamiche tra evoluzione tecnica e i processi di mutamento sociale, fornendo allo stesso tempo diverse competenze teorico-pratiche sui temi: energia, ambiente, governance e policies, economia, sviluppo, mobilità, persone.

Smart Communication con l’obiettivo di creare nuove figure professionali capaci di destreggiarsi facilmente nel campo della comunicazione evoluta che si fonda sulle reti. Saranno forniti gli strumenti utili a progettare, coordinare e monitorare la comunicazione negli emergenti e sempre più complessi contesti tecnologici come Social Network e Mobile, nell'interazione tra imprese, istituzioni e relativi pubblici.

SMART CITY SMART PEOPLE SMART COMMUNITIES

Smart City, Smart People, Smart Communities seminari rivolti alla cittadinanza che coinvolgeranno esperti provenienti da campi disciplinari differenti.

Nello specifico questo percorso di seminari, in cui saranno coinvolti anche gli studenti del Corso Comunicare le Smart Cities, avrà una prospettiva di sguardo sulle nicchie d’innovazione e cioè su quegli spazi sociali, tecnologici, economici e culturali che producono percorsi d’innovazione alternativi rispetto ai processi consolidati nel regime dominante e che spesso si rivelano insostenibili.

Verranno lette infatti quelle novelties (novità) che, all'interno delle nicchie d’innovazione, permettono di individuare i cambiamenti in corso e con essi nuovi paradigmi e prototipi innovativi relativi ai problemi economici, energetici, ambientali, sociali, culturali, etc.

All'interno di questo percorso formativo la sostenibilità diventa l’obiettivo di un processo di transizione verso un altro modello di strutturazione delle relazioni sociali, dei rapporti tecnologia-società, uomo-territorio, città-campagna (smart land), società-natura.

In questa fase saranno, inoltre, legittimati a partecipare alla discussione anche i rappresentanti del mondo dell’associazionismo cittadino, non solo in nome di un principio democratico ma per il fatto di essere in possesso di una propria competenza, di un bagaglio cognitivo diverso e non sostituibile da quello degli esperti.

Valorizzare la competenza dei cittadini implica l’estensione dei fatti rilevanti, significa accogliere dati nuovi, includendovi aneddoti, percezioni soggettive, relativi ai problemi energetici, ambientali, sociali, culturali, ed economici (smart economy, smart mobility, smart environment, smart people, smart living e smart governance).

L’ampliamento della peer community è necessaria affinché la scienza possa offrire elementi validi per eventuali sviluppi futuri della Smart City.

Ciclo di Seminari

Al via il prossimo 26 Marzo presso l’Urban Lab di piazza Matteotti a Cosenza (ex stazione ferroviaria), il ciclo di Seminari dal titolo Smart City, Smart People, Smart Communities relativi al progetto di formazione GREAT RES NOVAE (Azione Formativa 3.1 “Centro Studi Permanente sulla Green Economy, sulle Smart Cities, sullo Sviluppo Sostenibile).

Obiettivo di questi incontri è quello di dare voce alle associazioni che operano sul territorio cosentino, individuando i cambiamenti in corso e con essi nuovi paradigmi e prototipi innovativi relativi ai sei pilastri della smart city: smart economy, smart mobility, smart environment, smart people, smart living e smart governance.

Ad aprire questo ciclo di seminari è stato scelto l’attualissimo pensiero di Chiara Lubic sul tema dell’Unità con l'incontro dal titolo: Il ruolo della fraternità nella città del futuro. Contributo del pensiero di Chiara Lubic al dialogo culturale, economico e politico. 

L’evento è organizzato in concertazione con il movimento dei focolari di Cosenza, un movimento nato nella Chiesa cattolica che ha come fine la realizzazione dell'unità tra le persone. Per questo motivo il movimento va oltre la religione cristiana e riunisce all'interno di esso persone di ogni fede e cultura. La sua fondatrice Chiara Liubic è considerata una delle personalità spirituali di maggiore rilievo del novecento. Insignita di 15 dottorati h.c. nelle più varie discipline e di diverse onorificenze da enti nazionali e internazionali, nonché di cittadinanze onorarie nelle maggior città italiane e a Buenos Aires, è stata promotrice instancabile di una cultura dell’unità e della fraternità tra i popoli.

L’incontro di Cosenza sarà realizzato in occasione del 7° anniversario della morte di Chiara Lubich e dell'inizio del suo processo di Canonizzazione e Beatificazione, in concomitanza con tanti altri organizzati in Italia e in ambito internazionale. 

Tre le tematiche che saranno affrontate: 

  • il dialogo tra religioni e culture;
  • nuovi modelli organizzativi e di business: economia di comunione, economia civile;
  • fraternità in politica.

L’evento oltre a sostenere forme di cittadinanza attiva e intelligente intende valorizzare la l’Urban Lab come spazio di promozione dei diritti di cittadinanza e del dialogo interculturale, come luogo nuovo di diffusione della cultura e della creatività grazie all'impegno dei cittadini delle associazioni coinvolte in questo nuovo percorso formativo.

Ulteriori informazioni sul progetto RES NOVAE potrà trovarle sul sito dedicato www.resnovae-unical.it (area formazione) e nella brochure scaricabile al seguente linkhttps://dl.dropboxusercontent.com/u/13875846/Brochure.zip.